Apple e Chipbond per la tecnologia NFC e la lettura delle impronte digitali

| 12 marzo 2013 | 0 Comments

Apple avrebbe scelto un nuovo fornitore per i propri dispositivi: Chipbond, compagnia taiwanese, entrerebbe a far parte dei fornitori di Apple grazie alla propria specializzazione nella tecnologia NFC, sfruttata attraverso chip, che consentono di instaurare una rete wireless tra tutti i dispositivi che fanno uso della connessione NFC.

Pagamenti NFC nuovi iPhone 5S

Chipbond inoltre, sarebbe specializzato anche in dispositivi che riconoscono le impronte digitali, una caratteristica che già era stata associata alle nuove funzioni che Apple vorrebbe introdurre in uno dei prossimi smartphone e tablet. Il nuovo rapporto con Chipbond è stato reso noto da China Times, che afferma come l’unione della tecnologia NFC con un lettore di impronte digitali potrebbe essere combinato da Apple per originare un metodo di autenticazione per i pagamenti attraverso il telefono del tutto sicuri.

Oltre al riconoscimento delle impronte digitali, un rumors recente ed introdotto con la previsione di un iPhone 5S, la tecnologia NFC è invece una caratteristica che da molto tempo gravita attorno alle possibilità di Apple senza tuttavia essere mai stata integrata. Lo standard che rappresenta in questi mesi ha continuato ad evolvere, venendo recentemente integrato in tutti gli smartphone di un certo livello.

Per quello che riguarda il futuro del pagamento attraverso lo smartphone, Passbook, il software di Apple che si prefigge proprio questo scopo, sembra la piattaforma adatta per accogliere il nuovo accordo sia in termini di connessione NFC che per quello che riguarda il riconoscimento delle impronte digitali. E’ naturale che, se questa sarà effettivamente la strada che Apple ha intenzione di intraprendere, si dovranno attendere mesi prima di vederne i frutti.

Category: iPhone 5S


Leave a Reply