iOS 6 Proteggerà I Dati Personali Chiedendo Esplicitamente Accesso

| 15 giugno 2012 | 0 Comments

Apple, Google, Linkedin, Path, ed altre compagnie che ben sanno come privacy significa informazioni personali, hanno finalmente messo in piedi un primo tentativo per preservare il diritto alla riservatezza degli utenti. In quest’ottica iOS 6 sarà al passo con i tempi, in quanto le app che si baseranno sul prossimo sistema operativo mobile di Apple richiederanno il permesso di accedere ad ogni dato sensibile.

iOS 6 e la privacy

Dal Congresso, agli avvocati dei consumatori, passando dagli organi di regolazione, tutti sono al corrente del problema del trattamento dei dati personali e dell’uso spesso scorretto che se ne fa, senza avvertire l’utente di cosa stia avvenendo. Apple ha affrontato un caso simile a Febbraio, quando un suo rappresentante ha reso nto che tutte le future release domanderanno esplicitamente il permesso dell’utente per gestire i dati personali. Non molto tempo dopo, Apple ha lanciato la prima beta di OS X Mountain Lion, ed anche in questo caso, le app domandano il permesso di accesso ed allertano l’utente quando vengono interessati dati sensibili: iOS 6 farà la stessa cosa.

“In iOS 5 il sistema protegge Calendars, Reminders, Contacts, e Photos come parte della isolazione dei dati personali al fine di proteggerli. Gli utenti accederanno ai menà di dialogo quando una app cerca di accedere ad alcuni tipi di dati: permessi che l’utente può modificare dal menù Setting Privacy. Esistono API disponibili per permettere agli sviluppatori di settare ad hoc cosa mostrare agli utenti per fare loro intendere l’accesso del software ai dati personali.”

La preview di iOS 6 lanciat da Apple ad inizio del WWDC 2012 è già disponibile per i programmatori, mentre per il resto degli utenti dovrebbe essere pronta per l’autunno.

via 9to5mac

Category: iOS 6


Leave a Reply