Le App Dropbox E Facebook Per iOS Ed Android Potrebbero Rivelare Informazioni personali

| 7 aprile 2012 | 0 Comments

Le app Facebook e Dropbox per Android ed iOS potrebbero essere un veicolo per accedere ai propri dati personali, da parte degli hacker.

Dati utente a rischio per l'app di Facebook

L’ennesimo allarme è lanciato attraverso le pagine di CultofAndroid  da un ricercatore sulla sicurezza informatica, che afferma come chiunque abbia accesso al dispositivo potrebbe utilizzare un software facilmente reperibile su internet, in grado di donare accesso completo al nostro account, senza alcuna operazione di jailbreak sul dispositivo per costringerlo a rivelare le informazioni sugli account solitamente criptate.

Gareth Wright da maggiori informazioni sul proprio lavoro, che si è focalizzato inizialmente su Facebook e si è poi spostato su Dropbox con gli stessi, preoccupanti risultati.

Ecco come ha commentato Facebook: “Facebook per Android ed iOS dovrebbe essere usato solamente attraverso il software messo a disposizione dai sistemi operativi, e l’accesso ai dati è vulnerabile solo se è stato modificato il sistema operativo tramite operazione di jailbreak o modding, o se è stato consentito accesso fisico ad utenti malevoli. Noi sviluppiamo e testiamo le nostre applicazioni sulle versioni non modificate dei sistemi operativi mobili e facciamo affidamento sulla protezione nativa delle stesse piattaforme software, che potrebbero venire compromesse se sottoposte a jailbreaking.

Facebook tuttavia si sbaglia. Con una applicazione chiamata iExplore, reperibile gratuitamente su internet, gli utenti possono accedere ad ogni genere di file sul proprio dispositivo anche senza ricorrere al jailbreaking, il che consente di estrarre le informazioni personali dal dispositivo al quale si a accesso fisico.

Facebook ha comunque ragione quando parla di accesso fisico, quindi non c’è motivo di preoccuparsi di intrusioni indesiderate a patto di essere certi che nessuno ha intenzioni scorrette nei confronti dei nostri smartphone e tablet. Per chiarire al meglio, il problema non risiede in Android o in iOS, ma nelle app di accesso a Facebook e Dropbox che non prevedono la crittografia dei propri dati: al momento, queste sono le uniche due app che hanno evidenziato questo genere di problematica.

Dropbox ha commentato la faccenda, affermando che la propria applicazione per Android non è a rischio, mentre quella per iOS sarà presto aggiornata.

Category: App Store


Leave a Reply