Quanto Sono Sicuri I Dati Personali Gestiti Con iCloud Di Apple?

| 23 marzo 2012 | 0 Comments

iCloud è sicuro. La risposta a questa domanda posta ad Apple sin dagli albori del nuvo servizio on the cloud è sempre la stessa: per essere più precisi, i dati sono sicuri almeno quanto sono sicuri dei dati conservati in un qualsiasi server remoto.

Sicurezza dei dati su iCloud

Tutti i dati che vengono condivisi e trasmessi al servizio iCloud dai dispositivi locali infatti, vengono criptati attraverso il secure socket layer SSL e poi incapsulati nei protocolli di trasmissione.

I dati così ricevuti sui server di Apple vengono criptati ulteriormente negli hard disk dei server, escludendo da questo le email che, per ragioni di performance, non subiscono questo ulteriore processo di sicurezza ma che, a partire da OS X Mountain Lion verrà loro estesa la crittografia.

Apple non ha reso noto esattamente quale metodo di crittografia utilizza per i dati degli utenti, ma sembra che ia qualcosa che riguarda il file system, trattato quando avviene la richiesta di autenticazione da parte dell’utente remoto. Quale che sia il metodo usato, le società software che si occupano di sicurezza sono concordi nell’affermare che Apple ha comunque scelto un ottimo sistema, dunque i dati utenti possono stare tranquilli. Il problema è: quanto tranquilli?

Apple ha attivato un meccanismo che genera le chiavi per la crittografia a 64 bits, ed è quindi virtualmente impossibile che un attacco basato sulla forza bruta riesca a bucare questo sistema. Si attende quindi l’estensione dello stesso servizio alle email, che comunque rimangono protette a dovere nonostante la mancata applicazione della crittografia ulteriore, per affermare che i dati presenti sui server Apple ad opera di iCloud sono nella classica botte di ferro.

(via: Tuaw)

Category: iCloud


Leave a Reply