Posto in Top Charts di App Store grazie a pubblicità illecita: Apple mette in guardia gli sviluppatori

| 7 febbraio 2012 | 0 Comments

Circolano voci a proposito di una promozione pubblicitaria non vera riguardo le app presenti su Apple App Store che, dietro pagamento, assicura allo sviluppatore del software un posto di primo piano per la propria creazione, nei primi 25 posti della classifica.

Manipolazione del ranking su App Store da parte di sviluppatori scorretti

Stando a quanto è stato riferito da un utente, questi servizi pubblicitari utilizzano uno script automatico per forzare l’App Store e posizionare l’app proprio nella Top chart. Il funzionamento sembra essere piuttosto semplice.

La compagnia che offre questo servizio impiega del software che scarica a ripetizione l’applicazione segnalata sino a quando questa non vede la sua posizione migliorare sino ai primi 25 posti in classifica; a quel punto l’app può continuare da sola, visto che il rank raggiunto è sufficiente per assicurare il download di persone reali. Tutta l’operazione costerebbe allo sviluppatore dell’app circa 5,000$.

In seguito a queste notizie, Apple ha ricordato agli sviluppatori che non possono manipolare con l’App Store utilizzando questi mezzi non leciti. I programmatori che si troveranno coinvolti in atti del genere, anche se non direttamente, potrebbero perdere la loro qualifica di sviluppatori ufficiali Apple.

L’esistenza di questi servizi per la pubblicità “illecita” di app per smartphone e tablet non è recente, ma sembra siano tornati alla ribalta solo recentemente.

MacRumors

Category: App Store


Leave a Reply