Apple TV, Cupertino sui diritti della Premier League?

| 4 gennaio 2012 | 0 Comments

Come consuetudine, a fine stagione calcistica si terrà l’asta che assegnerà i diritti televisivi del campionato di calcio inglese, a cui, secondo il Daily Mail, quest’anno parteciperà anche l’azienda californiana, in compagnia di altri colossi come Sky (che li ha ottenuti per la stagione in corso dietro pagamento di 1,6 miliardi di sterline), ESPN e Al Jazeera.

Apple vuole i diritti TV della Premier League Inglese

Secondo le indiscrezioni, Apple, che è l’unica delle pretendenti senza un network TV, punta ai diritti della massima serie di calcio britannica per alimentare l’attrattiva esercitata dalla futura Apple iTV, cogliendo la palla al balzo (è proprio il caso di dirlo) per spingere le vendite dell’iPad, oltre che per rendere più facile il lancio del nuovo dispositivo in Inghilterra, come osserva lo stesso giornalista inglese, il quale ipotizza che le partite della Serie A britannica possano allo stesso tempo approdare anche sugli altri device iOS.

Se i rumors dovessero trovare conferma, di certo sarebbe un’autentica manna dal cielo per i club inglesi, che vedrebbero lievitare i costi dei diritti delle loro partite, in un contesto generale che vede, invece, una tendenza al ribasso per altri sport e altri paesi.

Il polverone alzato dal quotidiano londinese, però, desta più di qualche perplessità.

Innanzitutto, non siamo così sicuri che i dirigenti della Premier League siano molto propensi a cedere i diritti ad un’azienda che, al momento, non ha nessun telespettatore e che, comunque, quando inizierà la prossima stagione calcistica avrà un notevole gap in termini di tecnologia e hardware rispetto a network come Sky, i cui decoder sono già diffusissimi nelle case dei tifosi.

Inoltre, sebbene un gigante come Apple possa permettersi senza troppi problemi un investimento di quella portata, non siamo così convinti che le partite di calcio inglesi possano dare un ritorno proporzionato all’investimento per il lancio della iTV, che inizialmente dovrà necessariamente affidarsi ad uno zoccolo duro formato dai fan di apps, musica, film e telefilm.

Ci sembra molto più plausibile l’ipotesi che vede Cupertino propensa a sottoscrivere contratti con le leghe degli sport più seguiti negli Stati Uniti, per motivi legati unicamente alle dimensioni del numero di potenziali utenti.

Senza contare che, secondo gli analisti, l’intenzione della mela è quella di dare al suo nuovo dispositivo una dimensione da console integrata, su cui poter sia giocare che vedere canali internet già sul mercato, un progetto che rende network come Sky più potenziali alleati che concorrenti.

Category: News


Leave a Reply