Mac App Store, da 0 a 100 milioni di download in neanche un anno

| 12 dicembre 2011 | 0 Comments

Distribuito il 6 gennaio 2011 all’interno dell’aggiornamento Mac OS X 10.6.6, il Mac App Store sta facendo registrare numeri da capogiro. Secondo i dati diffusi da Apple in un comunicato ufficiale proprio nelle ultime ore, il negozio virtuale di applicazioni per i computer dell’azienda di Cupertino ha già raggiunto e superato i 100 milioni di download, traguardo varcato in meno di un anno dalla data di inaugurazione.

Record di download sui Mac

Cento milioni che stupiscono e fanno gonfiare il petto a Cupertino, soprattutto se consideriamo che il Mac App Store non è l’unico modo di distribuzione e installazione delle app, ma di certo quello più efficace e vincente, come dimostra il fatto che Microsoft stia cercando di seguire la medesima strategia.

Come ci ricorda Phil Schiller (che in Apple svolge il ruolo di vicepresidente per il product marketing) nel suo commento a margine della notizia del giorno:

il Mac App Store sta rivoluzionando il tradizionale settore dei software per PC e costituisce il negozio di software per computer più vasto e con il più elevato tasso di crescita al mondo.

Insomma, dalle parti di Cupertino si gongola e si pensa già ai prossimi cento milioni.Ben più di cento milioni sono i numeri che, invece, si attribuiscono all’App Store inerente iOS. La bellezza di più di 500.000 applicazioni complessive per iPhone, iPod touch e iPad sono scaricate dagli utenti al battito forsennato di oltre un miliardo di download al mese, numeri che fanno impallidire Microsoft e il suo Windows Phone 7, a debita distanza con solo 45.000 applicazioni disponibili.

Certo, il Marketplace di Windows Phone 7 ha solo un anno di vita (invece dei 3 dell’App Store), ma il punto è che il divario è figlio di una mancanza in Microsoft di una user base forte e di un buon interesse mostrato dagli sviluppatori, che rendono utopica la speranza di raggiungere i ritmi fatti registrare dalla Mela. Problemi di cui non sembra soffrire Google, almeno a giudicare dall’andamento in costante crescita di Android.

C’è un’altra cosa che ci dicono questi numeri. Gli App Store piacciono agli utenti e sono destinati a consolidare il loro successo anche in futuro sia perché sono un modo rapido e conveniente per comprare software, sia perché risultano convenienti anche per gli sviluppatori, che non devono più preoccuparsi di creare supporti fisici e possono concentrarsi unicamente su ciò che gli viene richiesto, e cioè sviluppare applicazioni.

 

Category: Mac App store


Leave a Reply