iPhone 3GS, il vecchio che avanza

| 9 dicembre 2011 | 0 Comments

Era il 2009 quando l’iPhone 3GS vide la luce, ma continua ancora a riscontrare il favore del pubblico. Lo dimostrano le 2 milioni di unità prodotte nell’ultimo trimestre fiscale e il milione e mezzo in consegna entro il primo trimestre del prossimo anno.

Buone vendite per il vecchio iPhoneE non finisce qui, perché per il periodo di Natale le richieste del dispositivo sono stimate da Apple in 3,5 milioni, che si sommano agli altri circa 26,5 milioni di iPhone che saranno venduti nel solo mese di dicembre nelle previsioni degli analisti. Numeri da fantascienza, a maggior ragione se consideriamo che, in questo segmento di mercato, uno smartphone ha generalmente una vita utile di un anno, anche se spesso bastano 6 mesi per rendere un terminale superato.

Eppure l’iPhone 3GS dopo due anni e mezzo di vita riesce ancora a far registrare questi numeri incredibili, numeri che sono la diretta conseguenza di strategie di marketing, di sussidi dei carrier, di schemi di prezzo molto aggressivi. E, soprattutto, sono numeri che significano soprattutto l’ennesima vittoria del brand Apple, che riesce sempre ad esercitare un forte appeal sugli utenti di ogni parte del mondo.

Non c’è crisi che tenga, insomma, quando si parla della casa di Cupertino, che, prima di concedere il meritato riposo all’iPhone 3GS, lo utilizza come smartphone entry level, come accade negli Stati Uniti, dove viene offerto con nessun costo di abbonamento da AT&T a coloro i quali si abbonano con la compagnia americana. Nel nostro Paese, iPhone 3GS viene commercializzato al costo di 399 euro.

Prima di entrare definitivamente nella storia, infatti, il caro vecchio 3GS, anche senza tutte le caratteristiche tecnologiche introdotte successivamente,  ha ancora un ultimo compito da assolvere, quello di offrire la possibilità di provare i prodigi introdotti da iOS 5 senza doversi svenare o impegnarsi per anni con i gestori telefonici.

Resi noti anche i dati relativi all’iPhone 4 con tecnologia CDMA, la cui produzione dovrebbe passare da 800.000 a un milione di unità nell’ultimo trimestre di quest’anno e dovrebbe attestarsi tra le 500.000 e le 600.000 unità nel primo trimestre del 2012. Anche queste sono cifre che premiano la mela morsicata, l’unica in grado di potersele davvero permettere.

Category: iPhone


Leave a Reply