Backup su iCloud: procedure e consigli per iPhone, iPad e iPod Touch

| 18 ottobre 2011 | 0 Comments

Una delle novità introdotte da iOS 5 è quella relativa agli iDevice, che diventano PC-Free. Vediamo in dettaglio cosa significa esattamente.

A differenza di quanto avveniva in precedenza, già all’accensione è possibile avviare una serie di step con cui configurare e attivare un nuovo dispositivo, senza la necessità di collegarsi ad iTunes.

Due, invece, le possibilità a disposizione nel caso in cui si intenda ripristinare i dati di backup: si possono riprendere dati ed impostazioni precedenti collegandosi ad iTunes oppure recuperarli via Wi-Fi direttamente da iCloud.

Per salvare i dati su iCloud, occorre configurare il nostro dispositivo, così da poter spostare i backup nella nuvola e non dover mai più passare da iTunes per tutte le successive attivazioni. Per far ciò, tuttavia, non basterà solo entrare su Impostazioni/iCloud e mettere in azione il backup per farlo partire.

Innanzitutto, è necessario che siano attivi alcuni pre-requisiti, che possiamo identificare in un collegamento Wi-Fi attivo, iPhone attaccato alla corrente e bloccato (quindi non utilizzato). Naturalmente, è preferibile disporre in casa di una rete wireless disponibile, in modo da poter mettere sotto carica il dispositivo di notte e fargli eseguire il backup, che è progressivo e memorizza solo le variazioni.

Ad ogni modo, nel momento in cui si adotta come nuovo metodo di salvataggio iCloud invece di iTunes, è sicuramente raccomandabile far partire manualmente un primo backup. In questo modo, non si rischia di perdere nessuna modifica, ma, al contrario, si può avere un ripristino dei dati completo e sicuro.

Si tratta di un processo per nulla difficoltoso, anzi estremamente facile. Dopo essersi garantiti una connessione a internet su rete wireless e aver collegato il dispositivo alla corrente (o, in alternativa, al Mac), sarà sufficiente cliccare in Impostazioni/iCloud sul bottone “Esegui backup adesso”.

Il backup salverà le impostazioni, i dati delle applicazioni, la posizione delle relative icone, i file multimediali, i messaggi e le suonerie.

Infine, vi ricordiamo che il backup andrà ad incidere sullo spazio disponibile su iCloud, che gratuitamente offre 5 GB.

Category: iPhone e iPad


Leave a Reply