Gli sviluppatori Apple si stanno mobilitando per aiutare i giapponesi

| 18 marzo 2011 | 0 Comments

Non c’è dubbio che si tratta di una delle peggiori catastrofi della storia, augurandoci ogni bene sopratutto per le centrali termonucleari ed in particolare quella di Fukushima al fine di evitare danni ulteriori ed irreparabili. Il mondo sembra essere attivo per quanto concerne gli aiuti a questo popolo.

tsunami Giappone
Apple, dopo l’attivazione della pagina dedicata alle donazioni nell’iTunes Store, anche gli sviluppatori cercano di dare un contributo per aiutare i giapponesi.

Sul sito di Melamorsicata, e’ presente una lista di sviluppatori che con le loro App, stanno offrendo il loro aiuto:

  • Seodang ha donato 100 milioni di yen (876.000 €).
  • Saranno donate le vendite di Good Reader dal 14 al 31 marzo.
  • Moonshine Project Corporation donerà parte dei proventi di marzo.
  • AppBank donerà una settimana di proventi.
  • T-wave donerà i proventi per un periodo.
  • Help me sarà regalato per un periodo limitato per essere usato durante i soccorsi.
  • Le vendite di Windchime di aprile saranno donate alla Croce Rossa.
  • Saranno donate le vendite dall’11 al 31 marzo di Ameba.
  • Le vendite di una settimana di Pon Mute saranno offerte alla Croce Rossa.
  • I giapponesi potranno usare un mese di Evernote Premium gratuitamente.
  • Kita Azuma devolverà i proventi dei banner nelle sue app gratuite.
  • AirMail sarà gratuito per essere usato dalle famiglie colpite.
  • Coloring the sound plus sarà gratis fino alla fine di marzo.
  • Le vendite di bREADER saranno devolute fino alla fine di marzo.
  • JATranslate per tradurre il giapponese sarà gratis per 15 giorni.
  • FieldAccess sarà gratis.
  • Le vendite di iDaily Pro saranno devolute fino alla fine di marzo.
  • TwitNinja Reader sarà gratuito.
  • Le vendite dei giochi Taiatari saranno devolute.
  • Family Medicine sarà gratuito.
  • Law Launcher contribuirà alla beneficenza dall’11 al 17 marzo.
  • Katax devolverà le vendite dall’11 al 29 marzo.

Category: News


Leave a Reply